Non è stato inserito alcun video

MARTEDì 21 DICEMBRE

Opere in programma

Ore16,30 "Ylenia la gatta" di Virginia Barrett

Genere: Fiction Fantasy - Italia 2029 - 10'

REGIA: VIRGINIA BARRETT SOGGETTO: VIRGINIA BARRETT SCENEGGIATURA: VIRGINIA BARRETT CAST: MARIA ANTONIETTA TILLOCA – ARMANDO DE CECCON–VIRGINIA BARRETT FOTOGRAFIA: SILVIA GIULIETTI MUSICA: VALERIO GALLO CURCIO SCENOGRAFIA: MARTA ZANI COSTUMI: VALENTINA CIARALLI MONTAGGIO: RAIMONDO CROCIANI EFFETTI SPECIALI: DANIELE CROCIANI PRODUZIONE: B.I.PRODUCTION DISTRIBUZIONE: B.I.PRODUCTION  Trama: L’assenza di dialogo nella coppia provoca fratture insanabili, conducendo inevitabilmente al tradimento o alla fuga. Ylenia, giovane moglie di Carlo, sceglie un modo Kafkiano per liberarsi di un legame ormai sfilacciato : si trasforma in una splendida gatta nera, simbolo dell’inconscio che riaffiora.

La regista Virginia Barrett

Ore16,45 "Ostaggi" di Eleonora Ivone

Genere: Black comedy – Italia – 89’ - colore

Regia: Eleonora Ivone soggetto: dall’omonima opera teatrale di Angelo Longoni sceneggiatura: Angelo Longoni e Eleonora Ivone cast: Gianmarco Tognazzi, Vanessa Incontrada, Elena Cotta, Francesco Pannofino, Jonis Bascir, Eleonora Ivone e con Alessandro Haber. fotografia: Patrizio Patrizi musica: Niccolò Agliardi (edizioni Fenix Entertainment Spa) scenografia: Fabio Vitale costumi: Rosanna Sisto montaggio: Mauro Bonanni produzione: Fenix Entertainment Spa e Wake Up Produzioni, con il sostegno di: Film Commission Calabria distribuzione: Fenix Entertainment Spa   Trama: Un uomo, inseguito dalla polizia dopo una rapina, entra in una panetteria e prende in ostaggio gli avventori. Marco (Gianmarco Tognazzi), rapinatore improvvisato, è un piccolo imprenditore che all’ennesima cartella esattoriale dà di matto. Ambra (Vanessa Incontrada) è un’ex infermiera, ora prostituta “in proprio”. Regina (Elena Cotta) è una pensionata cardiopatica dai guizzi rivoluzionari. Remo (Francesco Pannofino), un panettiere pavido e aggressivo. Ismail (Jonis Bascir) è un venditore somalo saggio. Il commissario (Alessandro Haber) e la negoziatrice Anna (Eleonora Ivone) devono risolvere la situazione. Questo mix umano si ritrova intrappolato in una situazione tragicomica, dove il gioco si fa sempre più imprevedibile.

La regista Eleonora Ivone

Ore 18,30 "La rotta degli Alisei" (videoclip musicale di Sergio Cammariere) di Miriam Rizzo

Genere: nostalgico-sentimentale - Italia 2020 - 4'02"

Regia: Miriam Rizzo Soggetto: Miriam Rizzo Sceneggiatura: Miriam Rizzo Cast: Leo Gullotta, Sergio Cammariere, Marco Costantino Fotografia: Daniele Ciprì Musica: Sergio Cammariere Scenografia: Sara Stachezzini Costumi: Andrea Sorrentino Montaggio: Daniele Ciprì Produzione: 102 Distribution - Maria Pia Billi, Paolo Ansaldi e Aldo Mercurio Distribuzione:  Trama: Un bambino trova per caso, in spiaggia, una strana scatola e corre alla ricerca di colui che potrà dargli la risposta su cosa contiene.

La regista Miriam Rizzo

Ore 18,40 "Giulia" di Ciro De Caro

Genere: Drammatico – Italia 2021 – 109’

Regia: Ciro De Caro soggetto: Ciro De Caro Rosa Palasciano sceneggiatura: Ciro De Caro Rosa Palasciano cast: Rosa Palasciano, Valerio Di Benedetto, Fabrizio Ciavoni, Cristian Di Sante, Matteo Quinzi fotografia: Manuele Mandolesi scenografia: Valentina Di Geronimo costumi: Chiara Landi montaggio: Jacopo Reale produzione: Fare Cinema distribuzione: Koch MediA   Trama:  Giulia, che è costantemente divisa tra il bisogno di sentirsi a casa, amata e una selvaggia e sacrosanta voglia di libertà, si ritrova letteralmente in mezzo ad una strada e inizia, in maniera tutta sua, a cercare un rifugio e un posto nel mondo. Tra un illusorio desiderio di maternità e qualche espediente per sbarcare il lunario, passa i giorni più caldi di una torrida estate romana con dei personaggi dall’esistenza vuota, inafferrabili puri e meravigliosi come lei. In una sospensione fatta di niente (e di tutto) Giulia comprende che sta a lei decidere come vivere, o non vivere, la vita.

Il regista Ciro De Caro

Ore 21,15 "Il compleanno" (videoclip musicale di Nino D'Angelo) di Miriam Rizzo

Genere: Fantasy – Italia, 2020 - 4'9"

Regia: Miriam Rizzo Soggetto: Miriam Rizzo Sceneggiatura: Miriam Rizzo Cast: Rossella Brescia, Amilcar Moret Gonzales, Nina Pons, Benedicta Boccoli, Samuele Carbone, Nino D'Angelo. Fotografia: Daniele Ciprì Musica: Nino D'Angelo Scenografia: Lorena Curti Costumi: Ginevra Polverelli Montaggio: Andrea Vacca Produzione: Di.elle.o Distribuzione: (Indicare se Il film è disponibile su Prime Video) Trama: Le parole del cantante prendono forma sott'acqua come ricordi risvegliati dalla sua coscienza, Le anime fluiscono insieme nell'acqua, stimolate dalla percezione delle sue parole.

Ore 21,30 "La cintura" di Giuliana Gamba

Genere: Commedia/erotico –Italia 1988 -  95’

Regia: Giuliana Gamba soggetto: liberamente tratto dalla commedia teatrale di Alberto Moravia sceneggiatura: Piero De Bernardi, Francesca Archibugi, Claudia Sbarigia, Gloria Malatesta cast:  James Russo, Eleonora Brigliadori, Giuliana Calandra, Anna Bonaiuto, Karen More Lidia Broccolino, Delia D’Alberti, Riccardo Salvino, fotografia: Luigi Verga musica: Ron scenografia: Claudio Cinini costumi: montaggio: Rossana Cingolani produzione: Metro Film – San Francisco - Reteitalia distribuzione: Medusa Distribuzione (1989) – Pentavideo – Medusa Video (Pepite) - (Copia proveniente dal Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale) Trama: Una ragazza di famiglia borghese s’innamora di uno scrittore americano a Roma. Sono proprio le anime gemelli: lui è sadico, lei masochista. Durante il viaggio di nozze, lui esagera e la spedisce al pronto soccorso. Lei, in un soprassalto di perbenismo, lo denuncia.

La regista Giuliana Gamba

LUNEDì 20 DICEMBRE

Opere in programma

Ore 16,00 "Sofia" - di Rebecca Grace Molino

Genere: Drammatico - Italia, 2021 - 12"55'

REGIA: Rebecca Grace Molino SOGGETTO: Rebecca Grace Molino SCENEGGIATURA: Rebecca Grace Molino CAST: Sofia – Sveva Bertuzzi Fratello – Vincenzo Eletto Madre di Sofia – Gioia Rossi Capo di Sofia – Giuseppina Urgeghe Collega Stefan – Cristian Reale Segretaria – Kayara Soares Assistente – Evelina Verreschi  L’esaminatore – Giordano Vullo Commessa negozio – Amina Faiola COMPARSE: Francesco marandola, Oliviero Giacomini, Rebecca Grace Molino, Baronessa Maria Pia Fratoddi Maussier. FOTOGRAFIA: Oliviero Giacomini MUSICA: “Inspiring Cellos” di Silver Hoot, “Sonata V” di Antonio Vivaldi, “Violin” di LuckyBlackCat. SCENOGRAFIA: Rebecca Grace Molino COSTUMI: Rebecca Grace Molino (In collaborazione con il costumista Stefano Giovani) MONTAGGIO: Luca Masci e Sebastian Morabito PRODUZIONE: Vivi la vita S.R.L. DISTRIBUZIONE: Film non disponibile su Prime Video. TRAMA: Il corto esplora le problematiche dei giovani che cercano di realizzare se stessi attraverso il lavoro. Ma le difficoltà della vita spesso rendono difficile seguire i propri sogni.

La regista Rebecca Grace Molino

Ore 16,15 "Donne e libertà - matrimoni forzati" di Jo Squillo

Genere: Documentario .Italia 2020/21 - 30" + 14"

Regia: JO SQUILLLO sceneggiatura: FRANCESCA CAROLLO cast:  fotografia: musica: scenografia: costumi: montaggio: produzione: distribuzione: SOLO PER EVENTI SOCIALI  Trama: Un’inchiesta con interviste a donne a cui è stata negata la libertà e il diritto alla vita.

Ore17,00 "Addio al nubilato" di Francesco Apolloni

Genere: commedia– Italia, 2020 – 87"

Regia: Francesco Apolloni soggetto: Francesco Apolloni sceneggiatura: Francesco Apolloni, Daniela Delle Foglie, Fabrizio Nardi cast: Laura Chiatti, Chiara Francini, Antonia Liskova, Jun Ichikawa, Antonia Fotaras, Emma Matilde Liò, Adrian Gaeta. fotografia: Giulio Pietromarchi musica: Alessandro Molinari scenografia: Marinella Perrotta costumi: Ginevra Polverelli montaggio: Luigi Mearelli produzione: Minerva Pictures con Rai Cinema in collaborazione con Amazon Prime Video distribuzione: Amazon Prime Video   Trama: Cinque donne, amiche fin dai tempi del liceo, si danno appuntamento per festeggiare l’addio al nubilato di una di loro. È la sposa ad aver organizzato tutto, ma lei non c’è! La festeggiata, come in una caccia al tesoro, lascia degli indizi che portano le quattro damigelle ad attraversare la città, in una nottata rocambolesca che termina proprio davanti il loro vecchio liceo. Della sposa, però, continua a non esserci alcuna traccia… Un finale a sorpresa, che emoziona e lascia senza fiato.

Il regista Francesco Apolloni

Ore18,30 "“My Dolly” di Fabio Schifino

Genere: FantasyY – Italia 2020 -  16’, 43”

Regia: FABIO SCHIFINO Soggetto: FABIO SCHIFINO Sceneggiatura: KATIA VITALE Cast Artistico:  Antonella Ponziani (Sofia); Pierangelo Siri Pozzato (Cappellaio); Giulia Roberto (Emma); Massimiliano Dau (Marito); Gianni Franco (Dottore); Beatrice Bovienzo (Ludovica); Pompili Ludovico e Serafini Alessandro (Ragazzi di scuola); Marsullo Salvatore (comparsa); Elena Tomassi Ferroni (comparsa); Acquaria Paoloni (comparsa). Fotografia: NINO CELESTE Musica: CARLOS SARMIENTO Scenografia: PAOLA NAZZARO Costumi: PAOLA NAZZARO Montaggio: FEDERICO GRECO Produzione: FABIO SCHIFINO - PIETRANGELO SIRI POZZATO Distribuzione: PREM1ERE  Trama: Una giovane ragazza, che subisce gli effetti negativi della violenza del padre nei confronti della madre, riesce, rifugiandosi nella fantasia, a dare alla madre un'interpretazione diversa da quella che, in qualche modo, si costringe a vivere. Durante il suo fantastico viaggio incontra un cappellaio, che nel riparare le bambole, ripara pian piano anche il suo cuore e quello della madre, dando la possibilità di vedere la parte più brillante di questa magica esistenza. un viaggio catartico dove il cappellaio assume le sembianze di un “Deus ex machina”, quel Dio greco che, per magia, dava il lato positivo ad ogni tragedia. grazie a questi elementi magici, che nel breve vivono parallelamente agli elementi drammatici, riesci a cogliere tutto il coraggio e la voglia di un essere umano che desidera incrociare la strada del cambiamento.

Il regista Fabio Schifino

Ore 18,50 "La rivoluzione siamo noi (Arte in Italia 1967/1977) "  di Ilaria Freccia

Genere:Documentario - ITALIA 2020-21– 30",14"

Regia: Ilaria Freccia nel ruolo di se stessi: Marina Abramovic, Lucio Amelio, Joseph Beuys, Alighiero Boetti, Achille Bonito Oliva, Germano Celant, Mario Franco, Jannis Kounellis, Sergio Lombardo, Mario Merz, Beppe Morra, Paolo Mussat Sartor, Hermann Nitsch, Luigi Ontani, Pino Pascali, Luca Patella, Michelangelo Pistoletto, Paola Pitagora, Lia Rumma, Tucci Tusso, Fabio Sargentini, Piero Sartogo, Gian Enzo Sperone, Andy Warhol fotografia: Sabrina Varani, Giovanni Zoppeddu musica: Pietro Freddi, Joaquin Freccia montaggio: Patrizia Penso produzione: Luce Cinecittà distribuzione: Luce Cinecittà   Trama: Tra la metà degli anni Sessanta e il 1980 l’arte in Italia conosce un momento di gloria sulla scena internazionale. La scena animata dagli artisti emergenti, suddivisa prevalentemente tra Torino, Roma e Napoli, si nutre di un clima vitale e dinamico, con continui e fertili scambi tra arti visive, teatro, letteratura, musica cinema. Il momento politico e culturale determinato dal ’68, porta l’arte a uscire dalle gallerie e dai musei per entrare a contatto con la vita quotidiana, spesso con opere strettamente collegate alle istanze della politica e ai profondi cambiamenti sociali in atto. Artisti come Michelangelo Pistoletto, Mario Merz, Alighiero Boetti e Jannis Kounellis sperimentano nuovi linguaggi come performance, installazioni e happening, in relazione con la scena internazionale, aperta alle sperimentazioni. L’arte esce dalla cornice del quadro per invadere il mondo, entrare nelle strade e nelle piazze, nei garage e nei parcheggi sotterranei, in un incredibile intreccio con la realtà quotidiana dell’epoca. I galleristi e i critici italiani aprono le porte agli artisti internazionali più estremi, come Joseph Beuys, Hermann Nitsch o Marina Abramovic, che trovano nel nostro paese occasioni di sperimentare linguaggi visionari e provocatori con grande libertà. In quegli anni diventiamo protagonisti della cultura contemporanea internazionale, con un’intensità straordinariamente vivace e radicale.

La regista Ilaria Freccia

Ore 19,40 "Preludio" di Stefania Rossella Grassi e Tommaso Scutari

Genere: Drammatico - Italia 2020 - 20'

Regia: STEFANIA ROSSELLA GRASSI – TOMMASO SCUTARI soggetto: STEFANIA ROSSELLA GRASSI – TOMMASO SCUTARI sceneggiatura: STEFANIA ROSSELLA GRASSI – TOMMASO SCUTARI cast: Isabella Rossellini, Alessandro Haber, Franco Nero, Anna Kanakis, Alessio Boni, Daniela Giordano, Corinne Clery, Serena Grandi, Demetra Hampton, Elisabetta Pellini, Corrado Solari, Karla Gascon, Holly Irgen, Youma Dakite, Ermelinda Maturo, Barbara Kal, Martina Marotta fotografia: GIANNI MAMMOLOTTI musica: MINA scenografia: Donatella Esposito costumi: ELISABETTA GIACCHI montaggio: Marko Carbone produzione: Bic Production, Ermelinda Maturo, Stefania Rossella Grassi, CAMERAWORKS distribuzione: BIC PRODUCTION, TATATOO   Trama: Un uomo e la non accettazione della scelta della sua donna, il rifiuto dell'abbandono che sfocia dalla follia al raptus omicida.

La regista Stefania Rossella Grassi

Ore 20,00 "VITTI D’ARTE, VITTI D’AMORE 2021" di Fabrizio Corallo

Genere: documentario/biografico – Italia – 78’

Regia: Fabrizio Corallo sceneggiatura: Fabrizio Corallo cast: Monica Vitti con in ordine alfabetico: Barbara Alberti, Valerio Caprara, Paola Cortellessi, Masolino D’Amico, Laura Delli Colli, Chistian De Sica, Goffredo Fofi, Pilar Fogliati, Giancarrlo Giannini, Enrico Lucherini, Eleonora Marangoni, Francesco Maselli, Michele Placido, Micaela Ramazzotti, Gloria Satta, Enrico Vanzina, Carlo Vanzina, Carlo Verdone, Sandro Veronesi ringraziamento speciale a: Roberto Russo ricerche di repertorio: Ilaria Sbarigia fotografia: Maurizio Manduzio per Eventi-X Group musica: Armando Trovajoli e Piero Piccioni montaggio: Adriano Patruno produzione: Dazzle Communication e Indigo Film distribuzione: Rai Documentari   Trama: Documentario incentrato su uno dei volti femminili più noti del cinema italiano, in particolare in quello della seconda metà del Novecento. Monica Vitti è un nome che rimanda subito al grande cinema, quello di Antonioni, di cui è stata la musa, e di Monicelli, con cui ha collaborato diverse volte. Ma tanti altri sono stati i cineasti che l'hanno voluta davanti alla macchina da presa, da Dino Risi a Luciano Salce, fino al surrealista Buñuel. Il documentario è un omaggio alla sua carriera e alla sua vita. Si ripercorre l'ascesa artistica di una stella, divisa tra il cinema e la TV, per la quale non ha interpretato solo telefilm, ma è stata ospite in diversi programmi. Inevitabilmente non si può non parlare anche della vita privata di questa donna ossimoro, capace di essere definita solare e allo stesso tempo introversa. Tante le persone che nel documentario intervengono per raccontarla e condividere il momento in cui l'hanno conosciuta, da amici e colleghi, a critici e scrittori, fino agli esperti di costume. Nonostante sia stata costretta dalla sua malattia a tenersi lontana dalle scene e dai riflettori, la Vitti rimane comunque una stella del cinema internazionale, in grado di brillare anche senza essere illuminata.

Il regista Fabrizio Corallo

VENERDì 17 DICEMBRE

Opere in programma

ORE 16:30 "The religion show" - di Giulia Gaj

Genere: Commedia/Drammatico, Italia 2021 - 10:22'

Regia: Giulia Gaj, Sceneggiatura: Giulia Gaj Cast: Beatrice Vignali, Caterina Signorini, Carolina Cerroni, Klarissa Vadenja, Amina Faiola, Francesco Marandola. Fotografia: Giuseppe Soccio Scenografia: Vittorio Testa Pomarici Montaggio: Luigi Il Grande Produzione: Action Academy. Trama: “The religions show” è la storia di tre ragazze appartenenti a tre religioni differenti: ebraica, islamica e cristiano-ortodossa. Nonostante la loro intenzione di lanciare un messaggio positivo nei confronti del proprio credo e di mostrarsi aperte al dialogo con le altre religioni, questo non avverrà. Infatti, un’autrice televisiva falsificherà del tutto le loro risposte attraverso un finto montaggio che sarà mandato in onda, trasmettendo al pubblico un messaggio non del tutto veritiero.

La regista Giulia Gaj

Ore 16,45 "Burraco fatale" - di Giuliana Gamba

Genere: commedia – Italia/Marocco – 90’ 

Regia: Giuliana Gamba Soggetto: Giuliana Gamba e Iaia Fiastri Sceneggiatura: Francesco Ranieri Martinotti, Giuliana Gamba Cast: Claudia Gerini, Angela Finocchiaro, Paola Minaccioni, Caterina Guzzanti, Mohamed Zouaoui, con la partecipazione di Loretta Goggi Fotografia: Blasco Giurato musica: Paolo Buonvino scenografia: Marco Dentici Costumi: Agata Cannizzaro Montaggio: Esmeralda Calabria Produzione: Fenix Entertainment, Rai Cinema, Morocco Movie Group Distribuzione: Koch Media. Trama: Irma, Eugenia, Miranda e Rina sono quattro donne diverse, ognuna con il proprio carattere, le proprie debolezze e le proprie eccentricità, ma legate da una conoscenza profonda e duratura nel tempo, unita e scandita dalle loro irrinunciabili partite a carte. Quando decidono di partecipare ad un torneo nazionale di burraco e uscire dalla loro quotidianità, si ritroveranno improvvisamente a carte scoperte. La vita offre sempre una seconda occasione e l’amore può tornare a stravolgere a qualsiasi età. Del resto, è proprio il gioco del burraco ad avergli insegnato che una partita va giocata tutta, fino in fondo, e che nessun risultato è mai scontato.

La regista Giuliana Gamba

ORE 18,30 "Mirella" di Kassim Yassin Saleh

Genere: Documentario – Italia 2020 – 15'

Regia: Kassim Yassin Saleh Soggetto: Kassim Yassin Saleh Sceneggiatura: Kassim Yassin Saleh Cast: Mirella D'Angelo fotografia: Musica: Franco Eco: Montaggio: Carlo Pulsonetti Produzione: Kassim Yassin Saleh   Trama: Mirella Romana Doc racconta il ritratto di una donna italiana forte, con un profondo senso della giustizia, una volontaria – nonostante tutte le difficoltà- che diviene parte integrante della vita del quartiere e fonte di speranza per tutti i suoi abitanti, Romani e non.

Il regista Kassim Yassin Saleh

Ore 18,45 "Grazia Deledda - la rivoluzionaria" di Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli

Genere: documentario – Italia – colore e B/N – 53’

Regia: Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli Soggetto: Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli sceneggiatura: Cast:  fotografia: Musica: Admir Shkurtaj, Tenores di Orune, Coro  Canarjos di Nuoro: Montaggio: Matteo Gerardini Produzione: ISRE Istituto Superiore Regionale Etnografico – Sardegna, in associazione con: OfficinaVisioni, in collaborazione con RaiCinema e con il sostegno di Sardegna Film Commission distribuzione: OfficinaVisioni   Trama: Un viaggio cinematografico per scoprire attraverso documenti e manoscritti inediti il mondo della scrittrice ed etnografa sarda, Grazia Deledda. Prima donna e scrittrice italiana ad ottenere il Premio Nobel per la letteratura nel 1926 «per la sua potenza di scrittrice, sostenuta da un alto ideale, che ritrae in forme plastiche la vita quale è nella sua appartata isola natale e che con profondità e con calore tratta problemi di generale interesse umano». Grazia Deledda è rivoluzionaria, supera i recinti della cultura maschilista e impone il suo percorso creativo di artista e di donna. Nel 2021 ricorre il 150esimo anniversario dalla nascita, è un'occasione importante per conoscere le sue opere.

I registi Paolo Pisanelli e Cecilia Mangini

Ore 21,15 "Ospite" di Chiara Rapisarda

Genere: Drammatico - Italia (2019) - 12'

Regia: Chiara Rapisarda Soggetto: Chiara Rapisarda Sceneggiatura: Chiara Rapisarda Cast: Moussa Kouyate fotografia: Gianni Mammolotti musica: Giuliano Fondacaro scenografia: Salvo Gennuso costumi: Rosy Bellomia montaggio: Bruno Urso Produzione: Movieside Cinematografica Distribuzione: Premiere Film   Trama: Un giovane ivoriano approda sulle sponde del litorale ionico Catanese. Abbandonato a se stesso e mosso da solitudine e nostalgia di casa, attraversa il territorio etneo in cerca di un rifugio. L’incontro con un pastore sarà per lui occasione di riscatto.

La regista Chiara Rapisarda

Ore 21,20 "Miss Marx" di Susanna Nicchiarelli

Genere: Biografico/storico/drammatico– Italia/Belgio – 107’

Regia: Susanna Nicchiarrelli Soggetto: Susanna Nicchiarelli Sceneggiatura: Susanna Nicchiarelli Cast: Romola Garai, Patrick Kennedy, Felicity Montagu, Oliver Chris, Emma Cunniffe, Karina Fernandez, Katie Mcgovern, David Traylor, George Arrendell, Christoph Hülsen Fotografia: Crystel Fournier Musica: Gatta Ciliegia contro il Grande Freddo Scenografia: Alessandro Vannucci, Igor Gabriel costumi: Massimo Cantini Parrini Montaggio: Stefano Cravero Produzione: Vivo Film, Tarantula, Rai Cinema Distribuzione: 01 Distribution disponibile su Prime Video   Trama: Il film, ambientato nell'Inghilterra del XIX secolo, è incentrato sulla vita della figlia più piccola di Karl Marx, Eleanor soprannominata in famiglia come "Tussy". Eleanor era una donna intelligente, determinata e libera. Traduttrice e attrice, si impegnò su vari fronti. E' stata infatti un'attivista per i diritti dei bambini e una delle prime donne ad accostarsi ai temi del femminismo e del socialismo. Instancabile e piena di energia ha portato avanti con passione e motivazione il lavoro di suo padre. Nella sua vita privata, tuttavia, era una donna vulnerabile. L'incontro e la lunga relazione con il compagno di lotte Edward Aveling condizionerà la sua intera vita.

La regista Susanna Nicchiarelli

MARTEDì 14 DICEMBRE

Opere in programma

 

Ore 16,30: "L'ascolto ritrovato" - Regia: Davide Iannuzzi

Genere – Drammatico, Italia 2019 - 15'

Regia: Davide Iannuzzi Soggetto: Paola Lorenzoni Sceneggiatura: Davide Iannuzzi Cast: Paola Lorenzoni, Viviana Polic. Sergio Basile, Valentina Faraoni, Valerio Toninel, Denise Benedetti. Benedicta Piselli, Angeloa Baldinacci Di Battista, Jacopo Barocco Fotografia: Manuel Geraci Musica: Nicola Buffa Scenografia: Cecilia Lorenzi Costumi: Lucia Di Vagno Montaggio: Manuel Geraci Produzione: Associazione Culturale L'esclusiva distribuzione: AVS (in collaborazione con Laboratorio Dei Racconti Visivi LRV) Trama: Attrice di Teatro in cerca del tempo perduto Paola torna nei luoghi della sua infanzia. Un week end nel vecchio borgo baciato dalle deboli onde del lago accende in lei il desiderio di tornare bambina per ridisegnare le sorti del proprio destino.

Il regista Davide Iannuzzi

Paola Lorenzoni e Fabio Matteo Maffei in una scena del film

Ore 16:45 "Alice e il paese che si meraviglia" - di Giulia Grandinetti

 

Genere – Dramma/Fantasy, Italia – 2020 - 100’ Versione (sottotitoli)

Regia: Giulia Grandinetti Soggetto: Giulia Grandinetti Sceneggiatura: Giulia Grandinetti Cast: Veronica Baleani, Maria Vittoria Argenti, Sabrina Paravicini, Teodoro Giambanco, Gabriele Falsetta, Azzurra Rocchi, Giacomo Bottoni e Roberta Stellato, Riccardo Vianello, Lucia Batassa, Marit Nissen, Massimiliano Vado, Martina Badiluzzi, Ilenia Sbarufatti. Ilaria Alice Tore, Alessia Sala, Ilaria Gattafoni, Silvia Gattafoni, Salvatore Lanza, Beatrice Olla, Valentina Bernardini, Samuele Cestola, Joel Sy, Simone Bobini, Duccio Raffaelli, Tommaso Arnaldi, Cristel Caccetta, Antonella Volpe, Francesco Di Stefano, Adele Piras, Vincenzo Leto, Martina Cavazzana, Lara Balbo, Fabrizio Milano, Robert Iaboni. Fotografia: Valerio Martorelli Musica: Carlo Purpura, Bernard Bursill Hall, Riccardo Gruppuso, Boris Riccardo D’Agostino, Daniele Locatelli, Dino Lopardo scenografia: Cristiana Di Giampietro e Myriam Sansone costumi: Milena Corasaniti e Viviana Crosato montaggio: Niccolò Notario direttore del suono : Valerio Tedone; Montaggio: Alessandro Bonfanti, Alessandro Fusaroli; Mix: Boris Riccardo D’Agostino Prodotto da: Giulia Grandinetti Co-prodotto da: Nikada Film, Paolo Grandinetti e tutti i sostenitori del crowdfunding svolto su Produzioni Dal Basso nell’anno 2015 Autodistribuito da: Giulia Grandinetti Data d’uscita originale: 28/12/2020 su Amazon Prime Video Disponibile su Amazon Prime Video - Amazon ITA-US-UK fino al 2023 Trama: Alice sta per compiere diciotto anni, ma non è pronta a crescere. Decide così di ‘’fuggire’’, immergendosi in un viaggio intimo alla ricerca di sé stessa. Un tuffo nell'inconscio. Un ragionamento sul rapporto tra crescita, suicidio e normalità, attraverso la forma del realismo magico.

La regista Giulia Grandinetti

ore 18,30: "Sacrificio disumano" - di Pierfrancesco Campanella

Genere - Drammatico, Italia 2021 - 15'

Regia: Pierfrancesco Campanella Soggetto: Lorenzo De Luca Sceneggiatura: Pierfrancesco Campanella – Lorenzo De Luca Cast: Maria Grazia Cucinotta, Franco Oppini, Francesca Nunzi, Nicholas Gallo, Federica Candelise, Chiara Campanella, Maria Rita Hottò Fotografia: Sacha Rossi Musica: Alfred Bestia Scenografia: Laura Camia costumi: Laura Camia Montaggio: Francesco Tellico Produzione: Angelo Bassi per Mediterranea Productions Distribuzione: Mediterranea Productions (Indicare se Il film è disponibile su Prime Video: NO) Trama: Una donna, cui è misteriosamente scomparso il figlioletto, indaga nel mondo delle sette sataniche, delle organizzazioni dedite al traffico illegale di organi e nei giri di pedofilia. La realtà è assai più sconcertante e, soprattutto, a lei molto vicina.

Il regista Pierfrancesco Campanella

Ore 16:45 "Marina Cicogna - la vita e tutto il resto" - di Andrea Bettinetti

Genere - biopic Italia/Francia  2021 - 79’

Regia: Andrea Bettinetti Soggetto: Andrea Bettinetti, Alejandro De La Fuente Sceneggiatura: Alejandro De La Fuente, Elena Stancanelli Cast: Marina e Benedetta Cicogna, Liliana Cavani, Roberto Cicutto, Vittorio Dalle Ore, Ginevra Elkann, Diane von Furstenberg, Giancarlo Giammetti, Giorgio Gosetti, Jeremy Irons, Enrico Lucherini, Alessandro Michele, Frederic Mitterand, Franco Nero, Ornella Vanoni Fotografia: Maura Morales Bergmann musica: Fabio Barovero Scenografia: no vestiti Marina Cicogna: Gucci Montaggio: Letizia Caudullo Prodotto da Riccardo Biadene per Kama Productions in associazione con Luce Cinecittà coprodotto da Carole Solive per La Femme Endormie in collaborazione con Alejandro de la Fuente per Atacama Film e con la partecipazione di CINE’+ distribuzione : Italia Luce Cinecittà (sala) / Francia La Femme Endormie Prime Video : no Trama: Marina Cicogna, protagonista della grande stagione del cinema italiano d’autore degli anni ’60 e ’70, è stata la prima produttrice donna ad imporsi in un mondo maschile. Il documentario racconta un’icona indiscussa di stile e creatività - premio Oscar per Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Palma d’oro per La Classe operaia va in paradiso di Elio Petri, Leone d’oro per Belle de jour di Luis Bunuel - dalle produzioni di registi quali De Sica, Leone, Pasolini, Rosi, Wertmuller, Cavani e Melville con attori quali Bolkan, Melato, Volonté, Giannini, Delon, Fonda e Bronson ai suoi momenti più intimi e difficili; un viaggio tra Venezia, Roma, Parigi, New York attraverso un tesoro di fotografie, clip d’archivio e interviste ad amici e protagonisti del cinema e della moda.

Il regista Andrea Bettinetti

VENERDì 10 DICEMBRE

 

Opere in programma 

Ore 18,00 “Su Càntigu de sas Criaduras de Santu Frantziscu de Assisi”, il “Cantico delle Creature” di San Francesco in lingua sarda - di Caterina Ponti

 

Genere: Cortometraggio -Italia 2021 - 4'40"

Il Cortometraggio è ideato, realizzato, diretto e filmato da Caterina Ponti.Voce Narrante Francesco Filia Musica Al Festa. Le Immagini video girate in varie locations della Sardegna (sulle spiagge, nelle acque e coste dell’Arcipelago de La Maddalena, ad Arzachena presso la Tomba dei giganti di Coddu ‘Ecchju, sugli arenili, nei mari e sulle colline della Costa Smeralda, a Palau, a Porto Cervo, a Posada ed a Rena Majore - Aglientu) e le Fotografie scattate in Umbria (ad Assisi) sono di Caterina Ponti. Il Corto è “Il Cantico delle Creature” di San Francesco d’Assisi presentato per la prima volta in assoluto in una versione inedita, un’edizione originale in cui la poetica lode&preghiera del Santo Patrono d’Italia è recitata in lingua sarda, accompagnata da immagini di compendio e musica di commento preghe di bellezza, amore e passione, da ascoltare, fruire e “vivere” in forma immersiva con tutti i sensi: le orecchie ben aperte per sentire e godere, gli occhi spalancati per vedere ed ammirare, il cuore pronto a palpitare di gioia con questo cortometraggio ove l’innovazione si sposa con la tradizione, il moderno con il classico, con rispetto, ammirazione, viva emozione e profonda devozione per questa Lauda di circa 800 fa’, interpretata in sardo. Il Corto, dotato di sottotitoli sovrimpressi nella lingua sarda - che è stata riconosciuta con legge regionale n. 26 del 15 ottobre 1997 "Promozione e valorizzazione della cultura e della lingua della Sardegna" come lingua della Regione Autonoma della Sardegna dopo l’italiano -, sarà proiettato in anteprima assoluta alla 39ma edizione di “Primo Piano sull’Autore - Festival Pianeta Donna”; è dedicato al papà ed alla mamma di Caterina… ed alla terra natia dell’artista, la Sardegna, che nell’Ottobre 2021, dopo un ventennio, ha nuovamente offerto l’olio che alimenterà per tutto l’anno la lampada che arde proprio nella Tomba ove il Santo è tumulato, nella Cripta sotto l’altare della Basilica Inferiore che porta il Suo Nome, nel cuore della Seraphica Civitas ove Egli nacque e morì.

La regista Caterina Ponti

Omaggio alla madrina del Festival Barbara Bouchet

“Non si sevizia un paperino”